Approvata la modifica del regolamento comunale per la gestione del patrimonio immobiliare

Con delibera del Commissario Straordinario con le funzioni del Consiglio Comunale n°1 del13 Gennaio 2016 si è provveduto alla modifica dell’art.9 del regolamento comunale per la gestione del patrimonio immobiliare, che disciplina i casi di agevolazioni nell’utilizzo di locali a proprietà comunale. La modifica esclude essenzialmente la forma del comodato gratuito quale forma di concessione in uso di locali, introducendo e definendo un canone ricognitorio per l’utilizzo degli stessi, prevedendo al contempo l’obbligo al concessionario di sostenere le spese per le utenze.

Il nuovo articolo come modificato viene di seguito indicato:

Art.9 “Agevolazioni”

1. La Giunta Comunale, può eccezionalmente assegnare beni immobili comunali in comodato ad enti o ad associazioni non aventi scopo di lucro, per rilevanti finalità umanitarie, sociali, culturali e ambientali. La medesima finalità è esercitabile a favore di enti pubblici. Agli stessi si applica esclusivamente un canone ricognitorio, che verrà quantificato dalla Giunta Comunale in concomitanza all’atto di concessione d’uso del locale sulla base di quanto disposto nel successivo comma 3.

2. Anche ai Centri Sociali per anziani ed ai Centri Giovanili si applica quanto disposto dal comma precedente.

3. Il canone ricognitorio viene individuato nella somma massima di euro 600,00 annuali per locali con metratura superiore a 70 m.q. e di euro 250,00 annuali per locali con metratura inferiore  a 70 m.q. o disposti in luogo differente dal centro storico di Porto Recanati.

4. I costi relativi alle utenze per il funzionamento dei locali saranno a carico dell’ente o associazione comodataria.

Contenuto inserito il 14/01/2016
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità